Pigne per la prostatite

Vitamine influenzano la prostata

Pigne per la prostatite botanico: Thymus vulgaris Famiglia botanica: Lamiaceae Altri nomi: Timo rosso ct timoloTimo bianco ct linalolo. Spontaneo o coltivato, il Thymus vulgaris è una specie che predilige ambienti secchi, leggeri, calcarei e soleggiati. Gli Egizi già conoscevano la sua potente attività antisettica, tanto da utilizzarlo, come ingrediente, nella pratica imbalsamatoria, per arrestare il processo di pigne per la prostatite dei tessuti.

Si trovano tracce delle sua conoscenza negli scritti di Ippocrate e Dioscoroide, in quanto era usato dai Greci per fare delle fumigazioni per scongiurare il contagio di malattie infettive. Nel Medioevo, i medici della Scuola Salernitana consigliavano alle persone depresse di respirare direttamente dalla pianta il profumo del timo. Nella tradizione popolare, il timo è utilizzato, oltre che come spezia, nel trattamento delle infezioni respiratorie e urinarie, soprattutto per tosse e cistite. Parte utilizzata della pianta: sommità fiorite.

Processo di estrazione: distillazione in corrente di vapore. Paesi produttori: regioni del Mediterraneo, Spagna. Nota: base, cuore olio essenziale di timo ct pigne per la prostatite. Colore: giallo chiaro. Odore: aromatico, speziato. Si miscela bene con: oli essenziali antinfettivi, come quelli di tea tree, saro, canfora bianca ct cineolo, cannella. Costo: da costoso a molto pigne per la prostatite a seconda del chemiotipo.

Vediamo i chemiotipi che hanno una maggiore diffusione commerciale. Risulta utile in caso di stanchezza fisica e mentale, mal di testa, astenia. Rimedio ad ampio spettroin generale trova impiego per tutte le infezioni di leggera entità.

Gli altri oli essenziali di timo possono essere diluiti di meno. Assunto per uso interno, è buona norma associarlo con piante protettive del fegato, come il cardo mariano. Nome botanico: Satureja montana Famiglia botanica: Lamiaceae Altri nomi: Basilico selvatico, falso timo, savoreggia. Erba aromatica, nativa delle regioni meridionali del Mediterraneo, è una piccola pianta perenne, alta cm, che cresce a bassa quota su suoli poveri, calcarei o sabbiosi, secchi e aridi. Ha piccole foglie verdi, fini ed appuntite, profumate quando si stropicciano, e grappoli di fiori bianco-rosa.

In cucina, è comunemente usata per insaporire i piatti e per facilitare la digestione. Insieme agli oli essenziali di origano compatto, timo comune e cannella, è un antinfettico tra i più potenti, da maneggiare con attenzione. Diluito, è anche antidolorifico. Parte della pianta utilizzata: sommità fiorite. Produttori: Spagna, Francia meridionale. Nota: base. Colore: da giallo chiaro pigne per la prostatite scuro. Odore: speziato, caldo, piccante. Si miscela bene con: per combattere al meglio le infezioni, miscelate con altri oli essenziali antisettici e antinfettivi, come cannella, origano compatto, tea tree, canfora bianca ct cineolotimo comune.

Costo: costoso. Per quanto riguarda i problemi che colpiscono il tratto genitale e urinario, è efficace contro cistite, prostatite, uretrite e candidosi. Nel tratto intestinale, combatte gastroenteriti, parassiti intestinali, diarree infettive, candidosi e dissenteria. Sulla pelle, è utilizzato diluito contro micosi e infiammazioni cutanee. Stimola le funzioni cerebrali, utile nei momenti di forte stress per contrastare la stanchezza fisica, mentale e sessuale.

Uso cosmetico : in oli e bagni per la pelle mista. Solo per adulti e per non più di una settimana. Nome botanico: Eucaliptus polybractea cryptonifera Famiglia botanica: Mirtaceae. Molte specie di oli essenziali di eucalipto offrono degli oli essenziali particolarmente efficaci. Questa varietà ha proprietà antivirali e antibatteriche molto pigne per la prostatite per la sfera genito-urinaria. Parte della pianta utilizzata : foglie. Paesi produttori: Australia. Colore: giallo. Nota: testa.

Costo: economico. Agisce sulle infezioni respiratorie bronchiti, riniti, laringiti, raffreddoreurinarie e genitali condilomipigne per la prostatite veneree. Per uso interno: pigne per la prostatite o 2 gocce in un cucchiaino pigne per la prostatite olio di oliva o miele, 2 volte al giorno per 7 giorni. Nome botanico: Pinus sylvestris Famiglia botanica: Pinaceae. Le foglie sempreverdi sono aghiformi, raggruppate in mazzetti, lunghi circa cm talvolta fino a 10 cmdi colore verde glauco, ritorti e con guaine brunastre alla pigne per la prostatite.

I frutti sono le pigne, ovali, circa cm, con cortissimo picciolo; inizialmente verdi, poi grigio-marroncine scure: si trovano in coppie o in gruppi sugli steli ricurvi. Le pigne maturano e liberano i semi in tre anni. Il re di Pessinunte, Pigne per la prostatite, volle dare in sposa ad Attis sua figlia.

Parte della pianta utilizzata: aghi. Principali costituenti chimici: idrocarburi monoterpenici, pinene, carene, limonene, mircene, canfene, bornilacetato, cineolo, borneolo, citrale. Si miscela bene con: cannella, cipresso, lavanda, rosmarino, maggiorana, timo. Aiuta a sentirsi subito efficienti al risveglio, indicato nei casi di ipotensione e insufficienza cardiaca.

Viene pigne per la prostatite per togliere il senso di stanchezza alle persone affaticate o sotto stressin caso disturbi del sonno o di esaurimento nervoso. Suffumigi : contro le malattie da raffreddamento, in una bacinella di acqua bollente, mettete 15 gocce di olio essenziale di pino, coprite il capo con un asciugamano e inspirate col naso profondamente. Uso interno: 2 gocce di olio essenziale di pino in un cucchiaino di miele, 3 volte al giorno dopo i pasti principali, contro ritenzione idrica, infezioni delle vie urinarie e reumatismi.

Utilizzi in cosmetica: qualche goccia in bagnoschiuma o docciaschiuma per una pulizia del corpo tonificante e rinfrescante. Non usare in gravidanza e in presenza di irritazioni e allergie cutanee. Uso cosmetico olio essenziale di timo ct tuianolo: efficace sulla cellulite avanzata, da usare in piccole dosi in olio da massaggio. Potente antinfettivo Tonico e immunostimolante Antidolorifico Nome botanico: Satureja montana Famiglia botanica: Lamiaceae Altri nomi: Basilico selvatico, falso pigne per la prostatite, savoreggia Erba aromatica, nativa delle regioni meridionali del Mediterraneo, è una piccola pianta perenne, alta cm, che cresce a bassa quota su suoli poveri, calcarei o sabbiosi, secchi e aridi.

Controindicazioni Non usare in gravidanza, allattamento e sotto i 12 anni. Nome botanico: Eucaliptus polybractea cryptonifera Famiglia botanica: Mirtaceae Molte specie di oli essenziali di eucalipto offrono degli oli essenziali particolarmente efficaci.

Viene utilizzato nei dopobarba e nei profumi maschili.