Luso di zinco per la prostata

Fango per il trattamento della prostatite

Non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Le informazioni sono tratte da "Almanacco della Nutrizione" di Gayla J. Kirschmann e John D. Compra questo libro: MacroLibrarsi. Lo zinco è presente in tutti i tessuti. Gli integratori possono essere sotto forma di solfato di zinco, acetato di zinco, gluconato di zinco, citrato di zinco, chelato di zinco, dipicolinato di luso di zinco per la prostata, aspartato di zinco e orotato di zinco.

Il corpo umano contiene approssimativamente dai 2 ai 3 grammi di zinco. Il sangue ne contiene circa microgrammi per millilitri. Lo zinco è conosciuto per le sue proprietà protettive nei confronti delle malattie e del sistema immunitario. Partecipa al ciclo di Krebs e alla produzione di energia. Recentemente è stato scoperto che lo zinco ferma la progressiva diminuzione della vista negli anziani. Si pensa anche che aumenti la potenza sessuale negli uomini grazie alla sua abilità di regolare il testosterone nella prostata.

Lo zinco assolve svariate funzioni. Svolge anche un ruolo importante nella digestione dei carboidrati e nel metabolismo del fosforo. Le migliori fonti di luso di zinco per la prostata gli oligoelementi nel giusto equilibrio sono i cibi naturali che non hanno subito processi di lavorazione. Diete ricche di proteine, prodotti a base di cereali integrali, lievito di birra, crusca, germe di grano luso di zinco per la prostata semi di zucca sono di solito ricchi di zinco.

Le riserve maggiori di zinco sono il fegato, il pancreas, i reni, le ossa e i muscoli volontari. Lo zinco è depositato anche in luso di zinco per la prostata parti degli occhi, nella prostata e negli luso di zinco per la prostata, nella pelle, nei capelli, nelle unghie ed è presente anche nei globuli bianchi. I bambini sino a 1 anno dovrebbero assumerne 5 mg e da 1 a 10 anni 10 mg.

I ragazzi dagli 11 anni in su dovrebbero assumerne 15 mg e le ragazze 12 mg. Lo zinco è relativamente poco tossico. A pazienti più anziani sono state somministrate dosi giornaliere di milligrammi di solfato di zinco con effetti collaterali minimi. Alcuni hanno avuto diarrea.

Questi sono sintomi di reazioni tossiche a breve termine e se si presentano bisogna ridurre il dosaggio. Perché queste reazioni si presentino, la dose assunta deve essere superiore ai 2 grammi. In alcuni studi, la somministrazione prolungata di dosi alte agli uomini mg al giorno ha causato la riduzione del livello di colesterolo HDL, quello buono, mentre una dose quotidiana di 30 mg non ha dato effetti negativi né in persone attive, né in quelle sedentarie.

Nelle donne la somministrazione di mg al giorno ha causato una diminuzione reversibile del livello di HDL per due settimane.

Massicce assunzioni di zinco possono causare una carenza di rame, che provoca un aumento del colesterolo LDL, fattore di rischio di cardiopatie e un metabolismo incompleto del ferro. Anche quando si assumono dosi di zinco tra i 30 e luso di zinco per la prostata 50 mg, è consigliabile prendere integratori di rame. Quando lo zinco viene integrato alla dieta, occorre ingerire anche quantità maggiori di vitamina A. Nei casi in cui lo zinco diventa antagonista del cadmio esso ha un ruolo protettivo nei confronti dei tumori.

I contenitori galvanizzati usati per la conservazione degli alimenti permettono il passaggio di particelle di zinco nel cibo. Tra le altre persone a rischio troviamo le persone ricoverate in ospedale e la fascia di popolazione a basso reddito.

Anche nei malati di AIDS e nelle persone colpite da tumori esofagei e broncogenici, sono stati scoperti bassi livelli di zinco nel sangue. In Medio Oriente dove la dieta tradizionale è ricca di diverse varietà di cereali e povera di proteine, la luso di zinco per la prostata è molto comune. La geofagia un disturbo che consiste nel mangiare terra e sporcizia e che causa una malattia chiamata pica e la parassitosi intestinale, contribuiscono alla creazione di una carenza a causa dello scarso assorbimento.

La carenza grave luso di zinco per la prostata rara; tuttavia è possibile che ci sia una carenza di zinco marginale in alcuni gruppi di popolazione medio orientale.

Una carenza di zinco è anche causa di stanchezza, di maggiore esposizione alle infezioni e alle ferite e di diminuita prontezza mentale. I livelli di zinco sono bassi in presenza di infezioni croniche, malattie renali, cardiopatie, alcuni tumori maligni, carenza di proteine e alimentazione endovenosa.

Negli animali carenti di zinco la crescita tumorale è lenta - perché lo zinco è essenziale per tutti i tipi di crescita. Smagliature della pelle e macchie bianche sulle unghie possono essere sintomi di una carenza di luso di zinco per la prostata. Il cadmio, un minerale tossico, ha un ruolo importante nelle carenze di zinco. La carenza di zinco causa nanismo negli esseri umani. Tale carenza apporta anche cambiamenti dannosi nella misura e struttura della prostata, che contiene più zinco di qualsiasi altra parte del corpo umano.

Nei casi di disturbi alla prostata, in particolare il cancro alla prostata, i livelli di zinco nella ghiandola scendono. Alcuni tipi di sintomi di carenza sono reversibili, come per esempio la degenerazione della ghiandola prostatica, della vescicola seminale e dello sperma, mentre la degenerazione testicolare non lo è. James A. Halstead e J. Cecil Smith Jr. Essi hanno riscontrato bassi tassi di zinco nel plasma sanguigno di persone affette da cirrosi alcolica, altri tipi di malattie del fegato, ulcere, attacchi cardiaci, mongolismo e fibrosi cistica.

Anche le donne incinte e quelle che prendevano contraccettivi orali presentavano bassi tassi di zinco nel loro plasma sanguigno. Gli animali carenti mostravano difficoltà di apprendimento e comportamento aggressivo.

La carenza di zinco provoca anche aborto spontaneo e minore crescita fetale. Gli organi influenzati sono il cervello, lo scheletro, gli occhi, il cuore, il tratto gastrointestinale e i tessuti polmonari. Gli effetti della carenza sono maggiori duranti la crescita.

Il paziente che presenta una deficienza di zinco ha problemi di circolazione e tendenza agli svenimenti; per questo motivo devono essere prese particolari precauzioni in caso di anestesia e di operazioni chirurgiche.

Queste persone possono essere inclini agli shock e a emorragie. Lo zinco ha la capacità di fermare una malattia degli occhi chiamata degenerazione maculare, che causa cecità irreversibile negli anziani. Il morbo di Wilson viene curato meglio con lo zinco rispetto alla penicillamina, luso di zinco per la prostata il minerale non è tossico. Il disturbo è stato curato con successo con la somministrazione di integratori di zinco. Lo zinco dà risultati positivi nella prevenzione e nel trattamento della sterilità.

Favorisce anche lo sviluppo e la maturità degli organi sessuali. Un pancreas diabetico contiene solo circa la metà dello zinco di un pancreas sano vedi diabete nella Parte V.