Test per il cancro alla prostata

Acinar adenocarcinoma della prostata 5 + 5 punti Gleason

Per comprenderlo bisogna partire da lontano. Per quasi un secolo i clinici, le organizzazioni di salute pubblica, le associazioni accademiche, quelle professionali e dei pazienti hanno considerato i test di screening come una maniera semplice e sicura di salvare le vite. Hai appetito. Hai solo 50 anni. Decisamente troppo. Molti credono che un 80enne che sceglie di non sottoporsi a screening sia un irresponsabile.

Il problema dei test di screening è che si fa credere che una diagnosi precoce test per il cancro alla prostata sinonimo di guarigione assicurata. Ma torniamo al test di screening del PSA per il cancro alla prostata.

Alcune recenti linee guida americane e canadesi raccomandano che nessun individuo dovrebbe sottoporsi a screening senza aver chiaramente compreso i benefici ed i rischi dello screening Infatti, a fronte di una piccola e test per il cancro alla prostata riduzione della mortalità, il test è spesso causa di sovra-diagnosi e sovratrattamento con importanti e frequenti effetti collaterali, tra cui impotenza e incontinenza.

Quali sono quindi i benefici e i rischi dello screening? Forse un modo più chiaro per descrivere i vantaggi e gli svantaggi del test è questo: in uomini tra i 55 e i 69 anni di età, ogni uomini che si sottopongono al test ogni anni per 10 anni, ci saranno: falsi positivi cioè diagnosi di cancro alla prostata senza che ci sia il cancro ; effetti collaterali dovuti al trattamento prevalentemente incontinenza e impotenza ; 4 morti per cancro alla prostata; una sola morte evitata per cancro alla prostata.

Il libro è scritto da Ablin, inventore del test PSA, che da anni sostiene che la sua invenzione è più dannosa che utile Un altro aspetto interessante: da dove viene questa notizia? E potrebbe non essere una coincidenza che in piena campagna elettorale il governo test per il cancro alla prostata mostrare quanto sia efficace nella prevenzione del cancro usando Ben Stiller per fare propaganda elettorale.

Rimane il gigantesco problema della comunicazione di questo tipo di notizie sui Media. Quale giornalista resiste a scrivere di un personaggio famoso sopravvissuto ad una malattia?. Eppure, dal punto di vista comunicativo, è difficile trovare qualcosa di più deleterio. Quante mastectomie inutili?

Lisa Rosenbaum, una nota cardiologa americana, scriveva di recente sul New England Journal of Medicine, di come la percezione del rischio possa essere fuorviata da eventi esterni.

Ad esempio, dopo aver test per il cancro alla prostata di una giovane donna vittima di cancro al seno, la mortalità per causa cardiovascolare, più di otto volte superiore, verrà percepita come decisamente meno importante.

Luca Iaboli 1. Enthusiasm for cancer screening in the United States. JAMA ; 1 2. Chou R et al. Prostate Cancer Screening — the evidence, the recommendations, and the clinical implications. JAMA ; 24 Canadian task force on Preventive Health Care. Recommendations on screening test per il cancro alla prostata prostate cancer with the prostate-specific antigen test.

CMAJ ; 6 4. Miller AB. N Eng J Med ; 5. Sammon JD et al. Ablin R e Piana R. Il grande inganno sulla prostata. Ablin R. The Great Prostate Mistake. New York Times, 9 marzo 8. The problem with prostate screening. Dobbs M. Rudy wrong on cancer survival chances. Nattinger AB et al. JAMA ; Rosenbaum L. NEJM ; Che stronzio!